Le mie "grandi" passioni

Leggo di tutto, ma adoro i romanzi storici, i thriller, i gialli...naturalmente la passione ed il sentimento non devono mancare!
Sono curiosa di tutte le novità e mi piacerebbe poter discutere le mie impressioni con coloro che condividono i miei interessi.



giovedì 27 dicembre 2012




La fine dell'anno è ormai molto vicina; mi piacerebbe chiuderlo con l'affetto più tenero che noi possiamo provare.
Ecco una storia molto dolce.

Ho tre cioccolatini

di Emiliana De Vico

Ho tre cioccolatini. Uno fondente, uno al 70% di cacao e uno leggermente al latte. Sono dolci, piccanti e un poco impertinenti. Dipende dai giorni. Li ho trovati che stavano immobili, stretti l’uno all’altro come fratelli. Senza nessun abbellimento superfluo. Puri e nudi. Li ho scelti perché… perché? Ci devo ancora riflettere. Ma di getto posso dire che li ho voluti per il colore, il sapore, l’idea di dolcezza che ho nella mente. Ora corrono, saltano, si spingono, in netto contrasto con la staticità di un tempo. Una vita fa stavano lontani da tutto. Nell’angolo di un alloggio troppo grande e immacolato per essere una casa dei bambini. Niente briciole a terra, muri dipinti a macchie di leopardo, né musica nell’aria. 
Ho scelto loro per il “non sguardo”. Non mi guardavano mai. Se ne stavano in disparte dal gruppo dei piccini che sfacciatamente si offriva ai pochi, troppo pochi, genitori adottivi. Timorosi di sperare ancora in una casa accogliente. Delusi da mille tentativi falliti. In quel mercato di affetto la compravendita del futuro faceva ribrezzo. La morbosa ricerca di una carezza pura, troppo brutale per mani gentili e grassottelle che avrebbero dovuto conoscere solo la consistenza dei giochi. Ho scelto loro perché mi hanno rifiutata. Scartando a priori la mia capacità di amare. Stringendo forte la mano di mio marito li ho amati in un istante. – Li voglio! - ho detto sfrontatamente alla direttrice dell’orfanotrofio, insistendo nell’abbracciarli con gli occhi. 
– Signora, ma sono tre. Ne può prendere solo uno. 

- E questo chi l’ha detto? 

Ho aspettato per mesi, affamata di quel dolce cioccolato negato. Ora, finalmente, i miei piccoli bon bon sono qui. Ancora vicini l’uno all’altro. Finalmente fratelli. Pronti per essere mangiati di baci. Li guardo e tocco la loro pelle scura. In cambio mi annegano in un denso, colorato e saporito amore bambino.

martedì 25 dicembre 2012

"Conseguenze" di Luca Romanello

Oggi, 25 dicembre, un racconto a tema natalizio piuttosto originale, che ci offre molti spunti di riflessione.
L'autore è Luca Romanello, giovane, ma già affermata, penna, di cui sentirete parlare ben presto...


Conseguenze
di Luca Romanello

«Tu non sai ciò che hai fatto», mi accusa il vecchio.
Stringo ancora la Beretta in mano. La sento confortevole, anche dopo lo scossone dello sparo. Il barbone è a terra, tra la credenza e l'albero di Natale, e si copre la ferita con le dita guantate. Cerca di frenare l'emorragia, o di far passare il dolore, ma l'ho preso in pieno petto. Non ne ha per molto.

«Babbo Natale non esiste, Carlo. Sono mamma e papà che ti comprano i regali», afferma con decisione mio padre.
Trattengo le lacrime. Vorrei urlargli contro che non è vero, che è un bugiardo, ma riesco solo a emettere un guaito. Manco fossi un cane.
«Caro...»
«Tu zitta!» la interrompe. E forse lo odio più per quello che non per quanto mi sta dicendo. «È grande abbastanza per smettere di credere nelle stupidaggini!»
«Ma ha solo sette anni!»
«Silenzio!»
Il rumore della sberla è secco, breve. L'unica differenza con gli schiaffi che ricevo io è che il suono non mi rimbomba nella testa. E non sento il gusto del sangue, in bocca.
Mamma abbassa il capo. Tira su col naso.
«E adesso, Carlo, ripeti con me: Babbo Natale non esiste.»
Ho paura di guardarlo negli occhi.
Mi prende per le spalle. «Carlo?»
«Babbo Natale...»
«Sì?»
«Babbo Natale esiste!» gli urlo in faccia. «Esiste, va bene? Sei tu che non devi esist...»
Secco. Breve. Sangue.

È il gusto che ho in bocca, ancora dopo tutti questi anni. Ho smesso di credere a Babbo Natale. Tutto sommato è forse l'unica cosa buona che mi ha lasciato quel bastardo di mio padre: non credere nelle favole, mai.
D'altra parte, cosa avrei dovuto pensare di questo svitato che si è intrufolato in casa nostra? Non ha nemmeno il vestito rosso, né vedo slitte parcheggiate qui fuori. Violazione di domicilio. Certo, ci rovinerà il Natale, ma in fondo il 25 dicembre è un giorno come gli altri.
«Tu non sai ciò che hai fatto», ripete.
Un singhiozzo, alle mie spalle. Sento la schiena irrigidirsi in un brivido freddo.
«Papà?»
Cerco di dominare il tono della voce. «Nichi, vai via!» farfuglio.
«Papà, ma quello...»
«Ho detto vai...» comincio, voltandomi. Mi blocco. La faccia di mio figlio è un cencio informe, solcato da lacrime spesse, davanti all'espressione sbigottita di mia moglie.
In quel momento va via la luce. Prima quella dell'appartamento, poi quella dei lampioni in strada.
Nel buio della stanza, la luna si riflette negli occhi di Nichi. E d'improvviso, mentre percepisco distintamente la vita abbandonare il corpo del vecchio, capisco cosa sta succedendo.
Qualcuno urla, dalla strada.
Corro a guardare verso il cielo, come per seguire qualcosa di invisibile. Le stelle si spengono. Una per una. Prima le più lontane, poi le più vicine, con una velocità che ha dell'irreale.
Le ultime sono gli occhi di Nichi, davanti all'altra finestra.
«Ho paura», dice a sua madre.
In quell'ultimo istante, sono solo.












venerdì 28 settembre 2012

Chick Chick Urrà: Elezione

Carissime amiche, eccoci finalmente arrivate al momento che voi tutte aspettate: l’elezione della reginetta del Chick Lit!!!
Come già vi avevamo anticipato la scorsa settimana alcuni racconti erano a pari merito, fino a che non abbiamo letto “il racconto” e la decisione è stata semplicissima!!




E…. la vincitrice è…. rullo di tamburi per favore…..

Robertaaaa… li senti gli applausi virtuali per te??? ;))))
Lasciateci ora dire due parole sul suo “Profumo di Magnolia”. La storia racconta di Susanna, una ragazza innamorata del suo migliore amico, Davide, che ahimè è prossimo alle nozze. La giovane oltre a essere costretta a rassegnarsi a sopportare in silenzio la situazione, è stata inoltre designata del ruolo di testimone di nozze!!! Insomma, al peggio non c’è mai fine!!
Però… le cose sembrano migliorare giusto, giusto la sera dell’addio al celibato, quando Susanna incontra (nome), un amico di Davide molto affascinante. Tra i due saranno subito scintille..;)
Perché abbiamo scelto Roberta come reginetta?
Innanzitutto è una scrittrice con la “s” maiuscola, ha tecnica e non lascia nulla al caso. Scrive in maniera descrittiva, particolareggiata, divertente (come richiede il genere di cui parliamo) e soprattutto trasmette emozioni. Mentre leggevamo il racconto ci sembrava di vedere l’anima di Roberta, si percepiva che dentro quelle parole aveva messo una parte di sé. E noi crediamo che non ci sia regalo più bello che uno scrittore possa fare.
La storia di Susanna è tenera, romantica, una di quelle che noi tutte vorremmo vivere, in cui molte si identificano. Chi non si è mai innamorata del proprio migliore amico? Chi non ha mai provato il colpo di fulmine? Chi non vorrebbe un uomo dolce, affettuoso e che ci ricolmi di attenzioni?
Insomma il racconto di Roberta è il perfetto equilibrio di ironia e romanticismo richiesto dal chick lit! Ecco perché è stato così semplice sceglierla! I brividi e le emozioni che ci ha suscitato ci hanno indicato la via!;)
Quindi noi non possiamo far altro che consigliarvi più che caldamente questo splendido racconto e naturalmente anche tutti gli altri che sono stati a pari merito fino all’ultimo!
Facciamo quindi i nostri più calorosi complimenti a Roberta, augurandole una fruttuosissima carriera e ringraziandola per averci permesso di partecipare a questa fantastica iniziativa!!!;)

Emal & SereJane

lunedì 24 settembre 2012


Chick Chick Urrà: LE PARTECIPANTI

Vi ricordate quando il 23 di Agosto vi abbiamo parlato dell’appello lanciatoci da Roberta Gregorio, responsabile del ramo italiano della Chichily Agency? Si? Benissimo! Oggi siamo qui per presentarvi le otto partecipanti al concorso Chick Chick Urrà Come avete detto?? Volete sapere chi abbiamo scelto come reginetta?? Eh eh eh, mi dispiace mie care, ma io e la collega Emal vi faremo aspettare ancora qualche giorno prima di comunicarvi il fatidico verdetto! ;)
Quindi pazientate ancora un po’ ed intanto assaporatevi le trame di tutte le autrici:



Numero 1:
DARCY NON ESISTE (E PIOVE SUI CUSCINI A POIS) di Maria Silvia Avanzato

Ma se Jane Austen ci avesse preso tutte in giro? Se il leggendario e romantico Fitzwilliam Darcy fosse solo un'illusione messa su carta? Antonietta - bruttina, strampalata e irriducibilmente ancorata ai suoi sogni - non è disposta a crederci ed è sempre in vana attesa del grande amore. Quando la sua amica Marta, ingaggiata come cat sitter da un misterioso "nuovo fidanzato", decide di trovarle un principe azzurro con tutti i crismi, le due amiche vengono travolte da un vortice di indimenticabili equivoci. Un'avventura rosa al femminile fra gatti, vasetti di yogurt, previsioni meteo, sushi bar e incontri decisi dal destino, nello scenario tutto italiano di un'assolata riviera romagnola.

Numero 2:
NEXT MONTH di Stefania Nascimbene

Malaga, una rossa eccentrica, ha deciso di aprire un “casting” nella ricerca del candidato ideale per donarle un seme, il seme, e diventare madre. Non le interessa il matrimonio, né una compagnia domenicale durante i commenti delle partite, sia chiaro. Malaga vuole semplicemente avere un figlio!Ma è davvero così “semplice” o qualcosa andrà storto? Esiste davvero una garanzia, diciamo biologica, per avere una progenie perfetta?Che cosa vogliono le donne nel 2012? E cosa sono disposti a dare gli uomini, per farle contente? Sempre che il punto sia questo…

Numero 3:
NUVOLE A COLAZIONE di Francesca Baldacci

 Fanny vive la sua vita di ragazza d’oggi come una specie di corsa ad ostacoli, visto che ha sempre la testa fra le nuvole: specie da quando Mauro l’ha lasciata. Si divide tra gli amici del cuore, ex compagni di liceo, Patty, Rosy e Gianni, guida un’utilitaria, Tenebrosa, e fa la spesa con la borsa Gnam-Gnam. Finché non si scontra, proprio nel supermercato, con un individuo insopportabile, Fausto. Insopportabile, ma terribilmente fascinoso…

Numero 4:
UNA PERSONA SPECIALE di Elisabetta Rossi

In quanti colori si può rappresentare la vita di una ragazza? Grigio e sfumature di grigio se lei è una precaria costretta a litigare con le massaie al mercato. Verde speranza se all'improvviso un ispettore di Polizia le dedica un po' del suo tempo. Nero con pochissime tonalità, se un'altra donna arriva a minacciarla per ottenere le attenzioni dello stesso uomo. Ma alla fine, Giovanna, che colore riuscirà a dare alla sua vita? Tra un pizzico d’ironia e un paio di unghie affilate questo colore in continua trasformazione potrebbe prendere una tinta decisamente rosa.

Numero 5:
SENZA RETE DI PROTEZIONE di Cristiana Iannotta

Alyssa, quarantenne alla ricerca di un lavoro a tempo indeterminato, si affida ai consigli della sua amica Daria per cercare di cambiare la propria vita. Consigli che solo all'apparenza risultano strampalati. La vita di Alyssa si complica dopo il matrimonio, quando la ricerca di un figlio che non vuole arrivare, destabilizza ancora di più il suo precario equilibrio di donna con- tanta-voglia-di-crescere!

Numero 6:
From Düsseldorf with love di Anna Tasinato

Vi è mai capitato di taroccare il curriculum vitae, essere assunta per la vostra “ottima” conoscenza del tedesco, essere scambiata per sbaglio per una marketing manager ed essere spedita dal vostro capo dritta in Germania, in una missione che definire suicida è ottimistico? Ecco, aggiungete all’avventura un cucciolo peloso abusivo, un fidanzato in patria, un tedesco decisamente notevole e, soprattutto… un modo per uscirne viva!

Numero 7:

Come i mass media sanno ingigantirti la storia - La crisi economica non risparmia nessuno, neppure Isabella Solari, speaker dell’emittente radiofonica Dimensione Donna. Pessima cuoca e ritardataria, nel suo programma “Risparmio al centesimo” dialoga con i radioascoltatori, dispensando consigli per fare economia. Costretta a sopportare l’altera Blasa Viviana Pérez, il suo capo, dopo due lunghi anni rivede colui che tanto le è stato vicino in passato: Stefano Melis, ora pop star. Cosa succede quando la stampa gonfia il rapporto esistente tra la ragazza sconosciuta e il personaggio famoso? Tra la paura di un licenziamento, sfrontati vicini di casa e trucchi per economizzare, una storia all’insegna dell’ironia.

Numero 8:
PROFUMO DI MAGNOLIA di Roberta Gregorio

Profumo di magnolia - Susanna ama Davide da anni, ma si è rassegnata al proprio destino: lui la vede come amica e basta. Infatti, l'amicizia tra i due è forte, e lei non solo parteciperà al matrimonio di Davide e Veronica, ma lo farà addirittura in veste di testimone di nozze. La sera prima della cerimonia, il futuro sposo vuole la sua migliore amica alla festa di addio al celibato. Come unica invitata femminile. Guai in arrivo? Di più!

Eccoli qua tutti gli otto racconti partecipanti, devo ammettere che alcuni sono veramente di pari livello, ma la scelta non è stato così ardua come mi aspettavo, perché nel momento stesso in cui l’ho letto, mi sono detta è “LUI”, questo per me è il racconto e lei è la reginetta…MA CHI E’ LA REGINETTA??????
Lo volete davvero sapere??? Allora vi aspettiamo al prossimo appuntamento!! Non mancate, ci vediamo sul blog la prossima settimana!! ;)  

Emal & SereJane

giovedì 30 agosto 2012

CHICK LIT FAN: ALLE URNE!


CHICK LIT FAN: ALLE URNE!



Oggi pubblichiamo la seconda parte dell'appello dell'amica Roberta Gregorio:

Noi, otto autrici italiane, abbiamo pubblicato otto brevi racconti digitali per la collana
Chick Chick Urrà, edita dalla Chichili Agency.
http://www.withandwithin.com/it/chick-chick-urr/categorie/1026/attivita-prodotti/1346?idea=ideas

Vorremmo sapere, chi merita il titolo "Regina del chick lit made in Italy".

Puoi sostenere la nostra iniziativa, acquistando i primi sette racconti su amazon.it, iTunes, kobobooks.com, ebookizzati.it o cubolibri.it.

Riceverai l'ultima e ottava puntata, quella intitolata "Profumo di Magnolia" di Roberta Gregorio in omaggio, in cambio di una conferma di acquisto delle precedenti sette.
Per richiedere la copia omaggio, scrivi a gregorio@chichili.de.

Entro il 29.09.2012 dovrai poi iscriverti al nostro gruppo, dove povrai postare il nome di chi, secondo te, ha scritto il racconto migliore, allegando una recensione dettagliata.
http://www.facebook.com/groups/194309240682719/

Tra tutti i partecipanti verrà estratto un vincitore attraverso il sistema random.org.
Riceverà 3 ebook Chichili a scelta.


giovedì 23 agosto 2012

CHICK LIT "nostrano" !

Oggi parliamo di un genere di cui non ci siamo ancora occupate, nel nostro piccolo blog, ma che ha riscosso e sta riscuotendo un grande successo all'estero ed ora anche fra le lettrici nostrane:      il CHICK LIT!
Ecco l'appello che ci ha rivolto un'amica autrice, Roberta Gregorio.

"L'espressione inglese chick lit si riferisce a un genere letterario emerso negli anni novanta e rappresentato da scrittrici soprattutto britanniche e statunitensi, che si rivolgono prevalentemente a un pubblico di donne giovani, single e in carriera. Nello slang statunitense, chick è un termine informale per "ragazza" derivato da chicken ("pollastrella"); lit è l'abbreviazione di literature ("letteratura"). L'espressione è entrata nell'uso comune intorno al 2000." - Wikipedia.

Beh, anche noi Italiane siamo capaci di scrivere per divertire e per divertirci.
Nasce infatti, in collaborazione con la Chichili Agency, il primo seriale chick lit scritto da "pollastrelle", che nulla hanno da invidiare alle "chicken". Il nostro seriale Chick Chick Urrà! in formato ebook è su ebookizzati.it, amazon.it, kobobokks.com, cubolibri.it e iTunes.

Noi scrittrici di chick lit siamo anche un po' pazze, si sa... e ci piace metterci in gioco.
Vorremmo infatti sapere chi è la Regina, ovvero la migliore tra di noi.
Il nostro appello quindi a tutti i blogger: votate la Regina del Chick lit!

Come fare?
Scrivete all'indirizzo gregorio@chichili.de per richiedere i racconti della collana in ePub.
Entro il giorno 29.09.2012 pubblicate una breve descrizione di tutte e otto le puntate con una vostra brevissima opinione, soffermandovi, con una recensione più dettagliata sul racconto che vi è piaciuto di più e mettendo bene in evidenza il nome dell'autrice che, secondo voi, merita il titolo di Regina del Chick lit.
Insieme ai file, riceverete anche un banner che dovrete inserire nei vostri blog.

Tutto chiaro?

BANNER A

BANNER B
Evvai con Chick Chick Urrà!

lunedì 16 luglio 2012

Immergiti in un mondo... rosa: Sondaggio + Give-away!

Immergiti in un mondo... rosa: Sondaggio + Give-away!: Care amiche e colleghe lettrici, siamo state nuovamente chiamate in causa per   dare il nostro contributo alle ricerche del fenomeno “...

martedì 10 luglio 2012

Kathleen Mcgregor "La sposa spagnola"


Kathleen Mcgregor
La sposa spagnola
Leggereditore
Collana Narrativa
Pagine 560
12,90 euro
In libreria dal 26 luglio

Nel Mar dei Caraibi, un pirata coraggioso e senza scrupoli e una donna affascinante e di rara bellezza si incontrano... e il loro destino cambierà per sempre. Avventura, emozioni e un’accurata ricostruzione storica fanno di questo romanzo un’imperdibile lettura!
Sullo sfondo di paesaggi esotici, dalla bellezza incantatrice, si snodano le vicende del pirata John McFee, uomo senza scrupoli, dal passato oscuro e controverso. Il suo cammino lo porterà a combattere aspramente durante la presa di Panama, a vivere tra gli indios della giungla e a solcare i mari verso l’isola di Barbados. Soprannominato il meticcio dagli occhi di ghiaccio, John vedrà le sue difese sciogliersi al sole dei Caraibi, quando una misteriosa quanto attraente donna farà irruzione nella sua vita. Tuttavia Soledad è restia a fidarsi... la semplice vicinanza dell’uomo la terrorizza, lasciandola senza respiro.
Riuscirà il sentimento, quello puro, a scalfire l’animo inquieto di un pirata fin troppo avvezzo a selvaggi ammutinamenti e a bufere inarrestabili?
Kathleen McGregor è una scrittrice di rara intensità e maestria, capace di fondere l’avventura e la passione con l’esatta documentazione storica. I suoi romanzi, pubblicati da Mondolibri e a Harlequin Mondadori, sono un inno alla libertà, e a ogni pagina riescono a far appassionare il lettore trascinandolo in un viaggio dalle atmosfere esotiche e avvincenti. Per queste edizioni è uscito, nel 2011, Corinna. La regina dei mari.
“Un romanzo affascinante, soprattutto per le sue descrizioni marinaresche e piratesche quanto mai credibili.” Franco Forte
“Alcuni hanno definito questa autrice la Wilbur Smith italiana e non si può che essere d’accordo con loro. Pur scrivendo appassionanti storie d’amore, le sue ambientazioni sono adrenaliniche e dense di emozione. Duelli, battaglie, arrembaggi. Il mare non ha segreti, per lei...” Romance Magazine

Roberta Ciuffi "Il segno delle tenebre"


Roberta Ciuffi
Il segno delle tenebre 
il secondo volume della trilogia dei Lykaon
Leggereditore
Collana Narrativa
Pagine 496
12,90 euro
In libreria dal 26 luglio

Dopo il successo di Un cuore nelle tenebre, Roberta Ciuffi torna in libreria con un nuovo romanzo paranormal ambientato nel mondo dei Lykaon.
Una ragazzina sta tornando a casa dal lavoro. È sera, è buio. Da un portone sbucano due braccia che l’attirano all’interno. Lei grida, ma l’assalitore riesce a immobilizzarla e azzittirla. Quando tutto sembra perduto, un ringhio risuona nello scantinato, e un lupo si avventa sulla schiena dell’uomo. Poco tempo dopo, Maura Coulter, insanguinata e sconvolta, fa il suo ingresso all’Hôtel de Clercy, questa volta sotto spoglie umane. Non c’è tempo da perdere, perché quella sera la donna incontrerà il suo peggior nemico, ma anche colui che minaccia di conquistare per sempre il suo cuore. Si tratta del principe Maksìm Andreievic Balanov, rampollo della famiglia che per diversi secoli ha contrastato quella dei Coulter. Tuttavia è giunto il momento di una tregua... anche se la posta in gioco è troppo alta, e l’intera stirpe dei Lykaon rischia di essere annientata per sempre.
Roberta Ciuffi è un’autrice che, con pennellate decise e delicate, è in grado di dipingere un mondo oscuro e penetrante, restituendo al pubblico una versione tutta italiana del genere paranormal. Dopo anni di successi in edicola, con il primo volume della trilogia dei Lykaon, Un cuore nelle tenebre (Leggereditore), ha conquistato critica e lettrici confermando le sue capacità di grande narratrice del romance.
“Una perfetta favola dark, sensuale, romantica e dolcissima.” La mia biblioteca romantica

venerdì 6 luglio 2012

Genny Biagioni- I dodici guardiani


Genny Biagioni- I dodici guardiani

Carissime ragazze, è da qualche tempo che manco dal blog della mia amica Emal, ed ecco che riapprodo qua, annunciandovi l’uscita del secondo romanzo di una scrittrice di cui abbiamo già parlato qui : Genny Biagioni.
Se il primo libro mi era piaciuto, è ancora più difficile descrivere le emozioni che questo ha suscitato in me; perché in ogni pagina, in ogni avvenimento, in ogni personaggio mi sembrava di vedere in maniera così trasparente l’anima dell’autrice da percepire ciò che aveva provato scrivendolo. 
Ne “La profezia” l’attenzione era incentrata sul tema dell’amore, sentimento che non guarda in faccia differenze di età, razza o che non si ferma davanti a nessun tipo di ostacolo grande o piccolo che sia.
Nel secondo volume, intitolato

                 “I dodici guardiani”, 
il fulcro si sposta sui bambini. Non su dei semplici pargoletti, ma piccoli da poteri e capacità speciali in grado di poter cambiare il destino del mondo, chiamati bambini indaco.
Non avrete dimenticato che stiamo ancora aspettando che si compia la profezia di cui è protagonista la nostra amica Jay?
Ed insomma, sembra proprio che questa giovane ragazza, ora mamma, debba riunire ben dodici pargoletti perché si possa compiere la profezia. Sicuramente compito non facile, visto che non ha la ben che minima idea di dove possano trovarsi!!
Ci ritroviamo quindi a viaggiare in lungo e largo, pensate un po’, pure in Egitto, all’interno delle piramidi, alla ricerca disperata e affannata di questi specialissimi bambini. Faremo la conoscenza di nuovi personaggi ma ritroveremo anche le creature e le persone già presentateci nel precedente romanzo. Ci saranno grandi sorprese: protagonisti che pensavamo di poca importanza, subiranno molti cambiamenti nelle loro vite e diventeranno fondamentali nella ricerca dell’Eletta.
Non so se in seguito alla mia precedente recensione siate riusciti a leggere “La profezia”, ma, se non l’avete fatto, sono di nuovo qui a riconsigliarvelo perché, sebbene io stessa in precedenza non abbia amato il fantasy puro, questa è un’eccezione.
Non ci troviamo solamente davanti ad ogni sorta di creatura magica e meravigliosa, ma anche ad una fantastica storia d’amore che ci accompagna per tutta la storia. Questo romanzo ha quindi confermato e aumentato la mia ammirazione per l’autrice e la passione per questa splendida storia.
Non vedo quindi l’ora di poter leggere il capitolo conclusivo di questa saga, anche se so già che sarà un’immensa tristezza dover abbandonare gli splendidi protagonisti che ormai fanno parte di me e sono amici miei.
Quindi amiche, se ancora non l’avete fatto, correte a leggere “The sun and the moon” per lasciarvi travolgere da un mondo fantastico e meraviglioso che non riuscirete ad abbandonare tanto facilmente.

SereJane



      






mercoledì 4 luglio 2012

NELLA TERRA DELLA NUVOLA BIANCA di Sarah Lark ( Sonzogno)


                  NELLA TERRA DELLA NUVOLA BIANCA di Sarah Lark ( Sonzogno)



Avete letto questo libro? Che cosa ne pensate? Oppure pensate di leggerlo? Soprattutto, che cosa pensate della "pazzia" d'imbarcarsi per un Paese assolutamente sconosciuto per incontrare un uomo e un destino altrettanto ignoti? Voi ne avreste il coraggio, trovandovi nelle stesse condizioni?
PROVATE A VINCERE QUESTO ROMANZO LASCIANDO UN COMMENTO. CHI CONDIVIDERA' IL LINK A QUESTO GIVEAWAY SU UNA SUO SITO E LO SEGNALA, AVRA' DOPPIA POSSIBILITA' DI VINCITA.                       Usate il banner qui sotto.



                                                                                                                                                                                                                       *ATTENZIONE GIVEAWAY!* UNA COPIA DI QUESTO ROMANZO VERRA' ESTRATTA FRA TUTTE LE LETTRICI ISCRITTE AL BLOG
                                                                                                                                                                                           "LA MIA BIBLIOTECA ROMANTICA" 
                                                                                                  CHE LASCERANNO UN COMMENTO A QUESTO POST ENTRO IL 10/7.
Autrice: Sarah Lark
Titolo originale: Im Land der weißen Wolke
Genere: romanzo storico/saga familiare
Ambientazione: Nuova Zelanda, 1852-1877
Edizione italiana: ed. Sonzogno, giugno 2012, pp.512
Parte di una serie: primo di una serie di cinque libri
Livello sensualità: Molto Basso
Disponibile in ebook: SI'




LA TRAMA: Londra, 1852. Quando legge questa lettera, Helen, istitutrice dei due piccoli Lord Greenwood, decide di dare una svolta alla propria vita. Partirà verso una terra sconosciuta e misteriosa, la Nuova Zelanda, per sposare un uomo che non ha ancora mai incontrato. Ad attirarla è il sogno di un futuro tutto da costruire in una terra vergine, remota e affascinante. Anche Lady Gwyneira, rampolla ribelle di una nobile famiglia londinese, è alla ricerca di un marito, ma non ha nessuna intenzione di accettare le proposte di matrimonio degli insipidi pretendenti che finora hanno chiesto la sua mano. Perché allora non dire di sì alla proposta di un viaggio nella terra dei maori per conoscere il figlio di Gerald Warden, magnate d’oltremare della lana? Al diavolo il tè delle cinque e le chiacchiere vane, Gwyneira vuole essere libera di cavalcare sulle vaste praterie di questo nuovo mondo dagli orizzonti infiniti. I destini di Helen e Gwyneira, due donne diverse ma accomunate dal desiderio di impadronirsi delle loro vite, si incroceranno sulla Dublin, la nave che in una mattina d’estate spiegherà le vele diretta a Christchurch, Nuova Zelanda. Impossibile dire se ad attendere Helen e Gwyneira ci saranno amore e felicità, ma il loro cuore batterà all’impazzata non appena scorgeranno all’orizzonte una baia circondata da verdi montagne, oltre le quali comincia il loro futuro.
Sarah Lark intesse una trama romanzesca traboccante di personaggi, passioni e colpi di scena. È questo il segreto di un successo europeo - oltre un milione di copie in Germania e 200 mila in Spagna per il solo primo episodio - che ha laureato l’autrice come una delle più interessanti scrittrici del romanzo epico e sentimentale.

domenica 10 giugno 2012

Three doors. La vita secondo Sam Bolton Di Monica Lombardi, V. Parisi (Curatore)

More about Three doors. La vita secondo Sam Bolton

Ecco, la mia lunga chiacchierata con Sam Bolton è finita, ma solo di nome, non di fatto, perché ormai siamo diventati amici.
Ho apprezzato le battute al pepe scambiate con la coppia di amici del cuore, la sensibilità ed il senso di protezione nei confronti dell'amica-collega, la sua determinazione nel non volersi fare inghiottire dalla macchina schiacciasassi che governa il mondo del cinema; ma ciò che mi ha veramente colpita è la capacità di leggere nel fondo della propria anima la voglia di ritrovare un sentimento pulito, sincero e resistente ad ogni insidia: quanto ho invidiato Kerry,  che ha saputo suscitare in lui tutto ciò!
Grazie Monica, ora vedo con occhi un pochino diversi un mondo che...non mi attirava per niente, quello della "celluloide", come si diceva ai miei tempi! ;)

sabato 2 giugno 2012

Fabiola D’Amico: Il tesoro del pirata

Ed oggi, in diretta da Palermo una chicca della nostra SereJane!



Fabiola D’Amico: Il tesoro del pirata

Può una semplice lettera sconvolgere e cambiare la vita di una persona?
Chiedetelo ad Isabella, la protagonista di questa serie di e-book dal titolo “Il tesoro del pirata”. Eh si, perché questa povera ragazza, mentre si trova in Spagna, riceve una lettera dal padre che le chiede di partire alla volta della Sicilia per recuperare un tesoro. Non sarà costretta a partire da sola, ma il genitore la esorta a chiedere aiuto al suo più acerrimo nemico: il pirata Juan Velazquez.
Isabella si appresta così a cercarlo e con grande coraggio gli chiede di poter viaggiare sulla sua nave per arrivare a Palermo. Non si aspettava certo che Juan, in cambio, le proponesse di diventare la sua amante!!!. La ragazza per il bene del padre è costretta ad accettare, non prevedendo che sarebbe stato fin troppo facile mantenere fede al patto.
Tra i due infatti divampa una fortissima attrazione, che ben presto si trasformerà in qualcosa di più profondo.
Non dimentichiamoci però che Isabella non ha rivelato a Juan la sua vera identità, perché sa fin troppo bene che se gli raccontasse la verità lo perderebbe per sempre.
Così tra varie peripezie, pirati, torture e tempeste diventiamo spettatori di una storia d’amore intensa costretta a superare mille ostacoli prima di raggiungere il tanto sospirato lieto fine.
Ho apprezzato tantissimo il romanzo di Fabiola, la scrittura è scorrevole e coinvolgente tanto che mi sembrava di essere io stessa a bordo della nave di Juan. Ho viaggiato insieme ai personaggi su mari tempestosi e ho visitato isole misteriose. Insomma una storia d’amore che è una vera e propria avventura.
I personaggi sono splendidi: Isabella può sembra una nobildonna altezzosa, ed invece si rivelerà la più coraggiosa tra le donne, capace di affrontare situazioni pericolose e di mettere a rischio la propria vita pur di proteggere le persone che ama e coronare il suo sogno d’amore.
Juan è un uomo tutto d’un pezzo, virile, coraggioso. Un uomo che ha commesso orribili crimini nel suo passato, ma che passa la propria vita a tentare di rimediare i propri errori e a diventare una persona migliore. Insomma un personaggio dalla corazza dura, ma con un cuore grande e tenero nascosto al suo interno.
Insomma se non aspettate altro che vagare con la mente in luoghi lontani a sconosciuti e vivere una splendida avventura, non potete lasciarvi sfuggire gli e-book di Fabiola, e per facilitarvi la ricerca ecco dove potete trovarli:
                                     Il tesoro del pirata

E per incuriosirvi ancora di più guardate lo splendido
 book trailer dedicato al romanzo:



video


Su su correte a comprarlo, io aspetto i vostri commenti!;)

Vostra,
SereJane

mercoledì 18 aprile 2012

Un fantasy italiano: The sun and the moon

Un fantasy italiano: The sun and the moon

Poco tempo fa girando tra vari gruppi su Facebook ho scovato questo nome: Genny Biagioni. Facendo qualche ricerca ho scoperto che questa giovane donna aveva pubblicato nel 2011 un fantasy intitolato: “The sun and the Moon- La profezia”.



Così, digiuna di letture fantasy da qualche anno, ho deciso di acquistarlo. Devo proprio ammettere che questo libro mi ha veramente affascinata ed emozionata.
Ci troviamo in Canada, insieme a Jay, una ragazzina di diciannove che vive con i genitori ed il fratello e lavora come cameriera in una locanda.
La sua vita scorre tranquilla e serena, fino a quando conosce Max, un ragazzo molto misterioso che si reca a trovarla ogni giorno al locale dove lavora. Tra i due è amore a prima vista e ben presto scopriranno di non poter fare a meno l’una dell’altro. Questa però non è una normale storia d’amore, anche perché i due ragazzi non hanno assolutamente niente di ordinario!!!
Infatti Jay, presa conoscenza dei suoi poteri magici, si troverà ad affrontare il compito di Eletta. Che cosa significa tutto ciò? Semplicemente che la nostra cara fanciulla è predestinata a guidare tutte le Creature Magiche nella Grande Guerra tra il Bene e il Male!!
Ora però non voglio rivelarvi altro! ;)
Il libro è il primo di una trilogia che verrà pubblicata entro la fine dell’anno, proprio perché è desiderio dell’autrice rispettare una data molto importante per la sua storia (capirete di che cosa sto parlando leggendo!).
Difetti e pregi del romanzo?
Vi risponderò esattamente come ho risposto all’autrice, che ho avuto il grande onore di conoscere.. Non vi ho detto che abitiamo nella stessa città??? Eh si, e posso affermare di essere veramente orgogliosa di poter vantare un’amica come lei!
Insomma, terminato il romanzo, ci siamo incontrate e mi ha detto: -Sere, dimmi che cosa ti è piaciuto di meno e cosa di più.-
Le ho risposto di non chiedermi che cosa non fosse stato di mio gradimento, perché non avrei saputo assolutamente che cosa dire. Questo libro mi è piaciuto dall’inizio alla fine, mi sono innamorata dei protagonisti che vivono una storia d’amore così tenera e romantica, da fare invidia; ho adorato i genitori e il fratello di Jay che si lasciano trasportare in questo mondo magico per amore della propria figlia e sorella; e mi sono piaciute tutte le altre strane creature che sono disposte a sacrificare la propria vita per l’Eletta.
Leggendo questa storia veniamo catapultati in un altro mondo, fatto di profezie, di creature affascinanti e di magia; ma che descrive anche il percorso di crescita e di maturazione che noi comuni mortali dobbiamo affrontare vivendo.
Quindi, se ancora non l’avete fatto, correte a comprare questo libro senza farvi frenare dai pregiudizi sulle piccole case editrici o dal pensiero che possa essere la solita storia già letta e riletta, ma lasciatevi semplicemente avvolgere dalla magia e trasportare in un universo inesplorato.
Buona lettura!

SereJane

mercoledì 28 marzo 2012

Il "Romantic Suspence" italiano!



Monica Lombardi: la trilogia di Mike Summers

Avete mai sentito parlare di Romantic Suspence? Penso proprio di si! E’ una branca del genere rosa in cui le nostre autrici italiane si cimentano poco. Io ho avuto il piacere e l’onore, perché per me è stato tale, di conoscere una di queste scrittrici e di leggere una sua trilogia del genere Rosa Crime.
Sto parlando di Monica Lombardi e della sua trilogia di Mike Summers, composta da: Scatole cinesi”, “Labirinto” e Gambler”.

Il primo romanzo si apre con l’omicidio di una giovane donna,Vanessa, trovata morta nella vasca da bagno di casa sua. A condurre le indagini é il tenente Mike Summers dell’ Unità Omicidi della Polizia di Atlanta, che troverà come supporto prezioso la sorella di Vanessa, Julia Dunhill.
Che succede quando un investigatore si invaghisce di uno dei familiari della vittima? Beh, chiedetelo a Mike!!!
A quanto pare Julia e Mike non riescono a resistere all’attrazione che piano piano sta crescendo tra di loro e così non gli resta altro che….. ALT!!!! Sto correndo troppo!!!!! Eh eh eh!!!! Lo so, che lo sapete già, vi basta aver letto la trama del secondo libro per sapere che tra questi due non finisce qui però io volevo creare un po’ di suspence!!!
Va bene, procediamo!!! Insomma risolto il primo omicidio, ma quanto saranno bravi (soprattutto Mike eh!?), per Julia e Mike le avventure non finiscono e si ritrovano ad indagare insieme. Non vi ho detto che Julia è una bravissima informatica??? Eh si, che invidia!! Il nostro tenente deve risolvere il caso di omicidio di una donna che frequentava un sito web di incontri on-line e     quindi chiede aiuto alla sua “amichetta”. Nel secondo libro sarà quindi  molto dura per Julia e Mike separare la vita privata dal lavoro!
Devo ammettere, e qui faccio un piccolo anticipo, che Mike in “Labirinto” commette un passo falso, ma ovviamente non vi svelerò quale!!!!!!!
Posso solo dirvi che in “Gambler” si è completamente meritato il mio perdono!!
In questo capitolo conclusivo (sniff sniff L) della saga ci troviamo a Las Vegas ad un convegno di criminologia a cui sono stati inviati a partecipare sia Julia che Mike.
E in quel di Las Vegas tra casinò e alberghi mozzafiato la situazione si fa complicata e scattano una serie di omicidi a distanza ravvicinata. Julia riuscirà a essere clemente quanto me? Riuscirà a perdonare Mike e a concedergli un’altra volta il suo aiuto?? Beh….SCOPRITELO!!!!! Eh eh eh!!
Se mi conoscete un po’ e avete letto qualche mia recensione sapete che mi piace poco parlare delle trame, perché preferisco che siate voi a scoprire le storie e soprattutto perché non mi piace rovinarvi la sorpresa, preferisco di gran lunga parlare dello stile dell’autore e dei personaggi.;)                                                  

Il bello dei libri di Monica è la mancanza di descrizione dei personaggi, sia perché permette al lettore di fantasticare e di immaginarseli come meglio crede, sia perché riesce a farteli conoscere e capire attraverso i dialoghi e soprattutto grazie alle loro azioni. Insomma è bravissima a farti entrare nel profondo delle persone senza bisogno di lunghe descrizioni.
Mike è un uomo integerrimo, con un grande senso di moralità e molto molto pignolo e scrupoloso. E’ anche molto affettuoso però, un uomo che sa come far sentire importante e apprezzata una donna, insomma uno di quelli che non si perita ad affrontare il pericolo pur di preservare l’incolumità della propria fidanzata.
Che dire di Julia; è una ragazza semplice, nel profondo fragile ma con una grande determinazione e forza d’animo, non si lascia mai sopraffare. Affronta ogni situazione a testa alta pur di non essere mai un peso e per dimostrare il suo livello a Mike.
Insomma una coppia ben assortita che vi farà sognare… io posso dirvi solo che l’ho adorata e che Mike è veramente l’uomo ideale!
La scrittura di Monica è fluida, scorrevole; sa come creare suspence e come tenerti incollata al libro! Io lo so, per le nottate che ho fatto leggendo!!! Ah ah ah!!
Scherzi a parte, Mony è un’amica preziosa e di ciò sono onorata, ma è una bravissima scrittrice che ha avuto il coraggio e la forza d’animo di cimentarsi in un genere che in Italia purtroppo gli editori tengono spesso di poco conto! E’ una donna da ammirare e vi consiglio col cuore di leggere i suoi libri perché sanno veramente come arrivare dritti al cuore di noi donne.

Ps..Mony, so che leggerai…ti voglio bene..;*
SereJane


martedì 20 marzo 2012


Risposta all’articolo del 18 marzo su La Repubblica : Profondo Rosa


Il romance: scoperto un nuovo virus

Carissima Natalia… Natalia come, scusi?? La mia rabbia nei suoi confronti mi ha fatto pure dimenticare il suo cognome!!!!
La prima cosa che ho notato leggendo il suo articolo, pubblicato ieri su La Repubblica, è stata la sua completa ignoranza dell’argomento trattato. L’articolo mi è sembrato un copia e incolla di dati statistici recuperati da internet.
Se ho ben capito il suo disdegno e la sua protesta nasce dal fatto che ben presto la casa editrice Mondadori distribuirà in libreria le vecchie uscite di libri che si potevano trovare solo in edicola. Insomma, sempre che io non abbia male interpretato, ciò che la spaventa è questa evoluzione del genere rosa? Questo suo espandersi? Crede davvero che le case editrici pubblichino questo genere solo perché permette di ottenere altissimi incassi??
Sa che le dico? Per fortuna che non la pensiamo tutti così!
Non voglio essere troppo cattiva o esagerata, però credo che dovremmo domandarci il perché il genere rosa accolga sempre maggiori consensi tra il pubblico dei lettori.
Io personalmente adoro il genere romance e non considero affatto degradante questa mia passione; non mi sento di condannare me o le altre appassionate semplicemente perché magari non ci dedichiamo a generi considerati d’ élite.
Anche perché ritengo che possano esserci libri gialli, thriller, fantasy etc. scritti in modo scorretto e senza alcuno studio dietro.
Scrivere in rosa non significa solo appiccicare una dietro l’altra scene hot o parlare di semplici storielle d’amore, conosco bravissime scrittrici di questo genere che prima di procedere con la vera e propria battitura del testo si documentano, studiando l’ambientazione, i fatti storici e i costumi, andando addirittura alla ricerca dei nomi adatti al periodo storico prescelto per i loro personaggi.
Parliamoci chiaro, a noi donne (e non solo) piace leggere in rosa perché ci permette di evadere dalla quotidianità, ci aiuta a sognare di storie d’amore travagliate ma che superano ogni ostacolo, di cavalieri dall’armatura d’argento o di vampiri muscolosi, di eroine intelligenti e intraprendenti in cui potersi identificare o da poter imitare. Per questo ci piace, perché il mondo è già così grigio e la vita già così difficile che abbiamo bisogno di uno spunto per reagire e per sognare un po’ ad occhi aperti.
E’ vero, il romance farà sicuramente incassare moltissimi soldi, ma credo anche che le case editrici ci abbiano capito molto bene e si siano prese a cuore la realizzazione dei nostri desideri!
L’importante è leggere! Mantenere il cervello attivo, sempre in funzione, saremo si o no libere di leggere ciò che ci piace senza che qualcuno debba venire a dirci come farlo???!!!
Lottiamo per il romance, perché non smetta di essere pubblicato e soprattutto  per aprire le menti di certe persone ottuse che ci considerano lettrici di categoria B.
Per quanto mi riguarda sarò fiera di essere una persona pienamente soddisfatta di leggere ciò che mi piace e di sognare come voglio io!!!


SereJane